LuqPost: #9 Mosca ha vinto la Roubaix

Moderator: italianmods

Post Reply
luques
Posts: 2233
Joined: Wed Apr 17, 2013 7:39 pm
Contact:

LuqPost: #9 Mosca ha vinto la Roubaix

Post by luques » Tue Apr 14, 2015 10:22 am

MOSCA HA VINTO LA ROUBAIX


Mosca ha vinto la Roubaix.

E chissenefrega? Direte voi…

E invece per me è molto importante, perché Mosca è forse uno dei manager che più ha fatto suo un concetto a me caro, cioè la programmazione del team. Argomento che sarà chiave nelle puntate del prossimo mese.

Cercherò in questa puntata di analizzare ciò che a mio modo di vedere lo ha aiutato a diventare uno dei manager italiani (se non il manager italiano) più forti.


PORSI DEGLI OBIETTIVI

Questo punto è fondamentale. Mosca ha sempre avuto una sorta di ossessione per il pavé, il suo obiettivo era vincere sul Pavé, preferibilmente alla Roubaix. Sapeva benissimo che non poteva essere competitivo tutto l’anno, certo si può sempre creare un team bilanciato però non puoi mai essere sempre competitivo e sempre tra i favoriti.

Allora lui sceglieva, pur dovendo fare delle rinunce importanti. Con un team di passistoni mica potevi vincere il Giro d’altronde, ma aumentavi le tue possibilità di vittoria nelle altre gare. E poi esistono sempre le fughe!

Focalizzatevi su ciò che volete vincere e lavorate per quello! Il resto giocatelo all’attacco.


PROVARE E RIPROVARE

E’ stata incredibile la “testardaggine” del Mosca nel provare e riprovare.

Le cose non andavano bene? Secondi posti, Terzi posti, delusioni? Lui riprovava. Cercando sempre di apportare dei miglioramenti rispetto alla formazione dell’anno precedente.

Come il setup di una macchina di F1, ogni volta cambiava qualcosa e ogni volta si avvicinava sempre di più all’obiettivo, e quando i miglioramenti sono finiti, ecco la pole, il primo posto.

Penso che dietro a questi suoi continui miglioramenti ci fosse un presupposto fondamentale. Nelle gare che gli interessavano Mosca era sempre autocritico in caso di sconfitta, non diceva mai che gli altri erano più forti, ma che il suo team aveva delle lacune.

Questo ovviamente l’ha portato ogni volta più vicino, perché capiva quali erano i problemi del suo team facendo analisi lucide.


ABILITA’ ED ESPERIENZA
Anche questo è un punto importante. Non si può pensare di battere giocatori forti solo con un gran team. Nelle classiche bisogna capire cosa si deve fare e quando si deve farlo!
Ovviamente per essere più forti il segreto è giocare, ma non solo.

Anche osservare le gare degli altri aiuta non poco ad aumentare il proprio bagaglio di esperienza. Vedere gli altri correre, discutere nella chat spettatori è un ottimo modo per imparare quali siano gli errori e cercare di non commetterli quando poi si correrà.

In tutte le grandi classiche, infatti, vedrete i manager più forti osservare cosa fanno gli altri per vedere se c’è qualche buona idea che può essere sfruttata.


Questa almeno la mia idea di come si può vincere a RSF. Non è detto che questo metodo sia valido per tutti ma indubbiamente è una buona base.

Se Mosca poi vuole intervenire, correggere, aggiungere, sono più che felice.
Ancora complimenti per la Parigi-Roubaix, e continua a correre sul pavé ;)


TALENT SCOUT

Sprinter abbastanza buono. 50-55-64 con 82 sprint e 44 reg. Ottimo se lo cercate per metà stagione. Buono anche il classico 55-74-78 con 42reg, può essere un valido aiuto e con un po’ di fortuna anche più.
Buon periodo anche per gli scalatori, però è troppo tardi per Giro e Tour, per questo inverno e per la maglia giovani al Tour ottimo il 72-56-72 con 57tt anche se con “solo” 42reg.

User avatar
Coroncina2
Posts: 358
Joined: Thu Sep 12, 2013 11:16 pm
Contact:

Re: LuqPost: #9 Mosca ha vinto la Roubaix

Post by Coroncina2 » Tue Apr 14, 2015 1:10 pm

Prima di tutto complimenti al MOSCA :!: :!: :!:
Poi dico la mia sulla programmazione.
Il mio obiettivo personale, se date un occhio al mio team non indovinerete mai, è arrivare a vincere il Giro.
Ammetto che forse l'ho presa un po' alla larga.
La prima esperienza l'ho fatta con un solo scalatore puro e un classico. Ho visto che per essere competitivi per la vittoria servono 2 scalatori 2 3 classici buoni e il resto buoni passisti. Insomma un super team.
Quindi mi son messo giù a far soldi e costruire piano piano. Il modo più facile è con uno sprinter team (3 velocisti di cui: 2 puri e uno con flat che lancia bene la volata, il resto passisti) difficilmente si sfora il tetto stipendi così anche se non si vince si fanno buoni incassi con i piazzamenti. Inoltre i passisti comprati sono sempre utili anche nelle altre corse per mandarli in fuga.
Man mano che si fanno soldi si prende qualche classico per essere competitivi anche in corse un po' più "altimetricamente" movimentate.
In fine servono i 2 scalatori.
Questo programmino è lungo e consigliato solo a chi piace veramente il giochino e prevede di giocare per minimo 2 annetti, questo perchè servono un mucchio di soldi per mettere sù questo potenziale team.
L'alternativa per vincere un grande giro è provare come feci io con un solo scalatore ma rimarrà spesso isolato contro team più forti.
In conclusione sono d'accordo con luques, per divertirsi a questo giochino l'importante è sapere cosa si vuol fare e programmare il team di conseguenza ed essere consapevoli che tutto e subito non si può ottenere. ;) :P 8-)
Mens sana in corpore sano

Robyklebt
Posts: 9959
Joined: Thu Feb 11, 2010 6:50 pm
Contact:

Re: LuqPost: #9 Mosca ha vinto la Roubaix

Post by Robyklebt » Tue Apr 14, 2015 7:51 pm

luques wrote:Se Mosca poi vuole intervenire, correggere, aggiungere, sono più che felice.
E l'asino no?
Grrrrrrrrr.

Cosa ci vuole? Hai dimenticato il punto piu importante. La fortunaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa! Dei nove monumenti vinti dal asino (un po di self promotion ci vuole, visto che probabilmente non ne vincero piu per anni adesso..) dire che solo in 2 la fortuna non c'entra granché. (Anche se forse una volta si, prima Roubaix, avevo la fortuna di avere il miglior corridore su pavé, comprato prima che ci fosse il pavé, quando Buh a "creato" lo skill, mi sono ritrovato con un 85 in pianura (all epoca era il top, forse un 86, ma niente 87+), 84-85 pavé con 68 sprint. C'era un altro sullo stesso livello pavé, ma senza sprint, poi un paio a 79-81) 5 volte la fortuna era il fattore decisivo. Restano due, ok, un po di tutto.
Non voglio dire che per la vittoria di Mosca la fortuna era il fattore decisivo, ho solo visto il finale, li sembrava controllare tutto bene, poi lo sprint un po rischioso a un certo punto, pero niente di grave. Fortuna che nessuno forte lo seque... un po, ma non troppo, RfM ha il talento di farsi degli "amici" in corsa, era probabile che seguino lui e non Mosca. Pero in generale direi che la fortuna conta molto. Specialmente sulle classiche. Visto che tutti sono concentrati, tutti vogliono vincere, tutti alla partenza con la migliore squadra.

Miglioramenti:
Qui non sono d'accordo con Luques e oso criticare un po il vincitore della Roubaix. (Ha vinto, puo fregarsi di quello che dice un perdente come l'asino) Per me il team di quest anno non era veramente meglio di quello di altri anni. Un grande problema: 73+67 sprint. Sicuramente uno di troppo, anche se poi nella corsa non tutti e due, alla partenza gli avversari non lo sanno, e non vogliono saperlo, e tocca a Mosca fare tutto il lavoro. Logico, ha due mostri sul pavé con 73-67 sprint, quasi imbattibile se arriva con i due. Bisogna farlo lavorare, e solo se possibile. Uno un po piu debole secondo me era meglio, 73+60, roba del genere, meno lavoro, piu collaborazione. Ma ha funzionato con questa squadra, allora tutto bene.

Poi: Esperienza, si. Pero:
luques wrote:Anche osservare le gare degli altri, osservare come hanno corso la mattina, aiuta non poco ad aumentare il proprio bagaglio di esperienza. Vedere gli altri correre, discutere nella chat spettatori è un ottimo modo per imparare quali siano gli errori e cercare di non commetterli quando poi si correrà.

In tutte le grandi classiche, infatti, vedrete i manager più forti osservare cosa fanno gli altri per vedere se c’è qualche buona idea che può essere sfruttata.
No no no no no! NO! Assolutamente non d'accordo, tutto il post solo per questo punto: Meglio non guardare. Non guardate la corsa della mattina per imparare, per migliorare. Tutte le corse sono uniche. La cosa che mi piace di piu se corro la mattina e: Nessuno ti dice: Ho visto la corsa alle 10 ha vinto xxx con xx pavé, e x sprint, allora qui il favorito e abc! Guardando non si ha lo stesso feeling della corsa, non si vede l'energia, si vede tutto con un po di piu di calma, si vedono sbagli che in corsa non si vedono, con 1' o addiritura solo 30".... Pero la stessa situazione non occorera nella propria corsa piu tardi. Forse una simile, ma non uguale, e mentre alle dieci la reazione di xx era sbagliata, nella propria corsa la reazione di xx sarebbe quella buona. Ma visto che si ha "imparato" come fare alle 10, non si fa quello, ma un altra cosa, una sbagliata. Certo, qualche volta si impara qualcosa, ma secondo me meglio imparare correndo, provare se stessi, non "copiare" quello visto alle 10.

Mercato?
luques wrote:Buon periodo anche per gli scalatori, però è troppo tardi per Giro e Tour, per questo inverno e per la maglia giovani al Tour ottimo il 72-56-72 con 57tt anche se con “solo” 42reg.
Quasi perfetto per il Giro. Avra 33 anni... ma troppo TT.
Kraftsystemrevision! Include the distance!
Basics reform: Give blue a chance!
Don't punish bugusers. We all have to use bugs, since most of them are declared as "features"!

luques
Posts: 2233
Joined: Wed Apr 17, 2013 7:39 pm
Contact:

Re: LuqPost: #9 Mosca ha vinto la Roubaix

Post by luques » Tue Apr 14, 2015 11:01 pm

Robyklebt wrote:
luques wrote:Se Mosca poi vuole intervenire, correggere, aggiungere, sono più che felice.
luques wrote:Anche osservare le gare degli altri, osservare come hanno corso la mattina, aiuta non poco ad aumentare il proprio bagaglio di esperienza. Vedere gli altri correre, discutere nella chat spettatori è un ottimo modo per imparare quali siano gli errori e cercare di non commetterli quando poi si correrà.

In tutte le grandi classiche, infatti, vedrete i manager più forti osservare cosa fanno gli altri per vedere se c’è qualche buona idea che può essere sfruttata.
No no no no no! NO! Assolutamente non d'accordo, tutto il post solo per questo punto: Meglio non guardare. Non guardate la corsa della mattina per imparare, per migliorare. Tutte le corse sono uniche. La cosa che mi piace di piu se corro la mattina e: Nessuno ti dice: Ho visto la corsa alle 10 ha vinto xxx con xx pavé, e x sprint, allora qui il favorito e abc! Guardando non si ha lo stesso feeling della corsa, non si vede l'energia, si vede tutto con un po di piu di calma, si vedono sbagli che in corsa non si vedono, con 1' o addiritura solo 30".... Pero la stessa situazione non occorera nella propria corsa piu tardi. Forse una simile, ma non uguale, e mentre alle dieci la reazione di xx era sbagliata, nella propria corsa la reazione di xx sarebbe quella buona. Ma visto che si ha "imparato" come fare alle 10, non si fa quello, ma un altra cosa, una sbagliata. Certo, qualche volta si impara qualcosa, ma secondo me meglio imparare correndo, provare se stessi, non "copiare" quello visto alle 10.
In parte d'accordo in parte no. Forse non mi sono spiegato abbastanza bene e ne approfitto per correggere un po'.

L'idea di guardare la corsa del mattino effettivamente è un vizio personale, non così educativo forse per i nuovi, però credo che se si intuisce che ogni gara è una cosa a sé stante possa servire.

Vedere come Mosca, Alk, Fl, Donkey (e altri bravi manager) gestiscono una gara secondo me è sempre interessante. Leggere anche le conversazioni in chat sia quella di gara che quelle spettatori, a volte escono delle idee. Si possono scambiare opinioni, fare domande. Questo in qualche modo accresce il proprio bagaglio di situazioni / esperienza.

Poi certo che giocare è l'elemento chiave, infatti è la prima cosa che ho citato.

Finalmente ti fai vedere sul forum italiano!
Indubbiamente puoi contribuire più di me, anche se il pubblico è un po' ristretto. Magari con l'inizio del Giro qualcuno in più si farà vedere.

User avatar
Coroncina2
Posts: 358
Joined: Thu Sep 12, 2013 11:16 pm
Contact:

Re: LuqPost: #9 Mosca ha vinto la Roubaix

Post by Coroncina2 » Wed Apr 15, 2015 11:30 am

Robyklebt wrote: Quasi perfetto per il Giro. Avra 33 anni... ma troppo TT.
Considerando il percorso di quest'anno con una crono da 59 kms mi sa che la tt serve per il Giro. Personalmente se devo scegliere tra averla e no in un leader per i tour meglio averla. Quello che manca è la reg.
Mens sana in corpore sano

Moscow Team Pro
Posts: 682
Joined: Thu Jun 23, 2011 5:39 pm
Contact:

Re: LuqPost: #9 Mosca ha vinto la Roubaix

Post by Moscow Team Pro » Wed Apr 15, 2015 11:53 am

Sono un pò d'accordo con tutti.

Quello su cui mi focalizzo è: LA FORTUNA

La fortuna mi ha spesso voltato le spalle, lo scorso anno 2° a sanremo, 2° al fiandre, 2° a roubaix, 3° a Wevelgem. L'anno prima 2° a bruxelles, 2° a fourmies. Quest'anno 1° a Wevelgem e 1° a Roubaix. Ma.... ho perso due corse come l'omloop e harelbeke perché ho corso contro tutti e altri hanno corso scegliendo di far vincere altri e non mosca, per sfortuna mia e non per altro.

A roubaix sono stato sfortunato. perché c'era Razor che ai -50 ha fatto corsa dura e mi sono trovato in 3 davanti contro altri team che ne avevano 4. Se Razor come ha fatto continuava si sobbarca lui il loavoro, io entro in gioco nel finale e con Villella-Benaglio nessuno scappa. Se Razor non continua io rientro con 4 e davanti sono in 7 contro altri con 4 e per me ancora + facile. La volata è quasi scontata: mi basta far stare davanti o a ridosso dei primi il mio 73, poi posso sprintare anche a 150.

Il 67 sprint è stato siebbato appena la corsa è cominciata ai -50, non un problema per altri.

Sono d'accordo con Singe, ho avuto anche squadre migliori tipo l'anno scorso ma con 69 sprint.

Comunque vincerò ancora a roubaix e il Fiandre adesso diventa il prossimo obiettivo. ;)

Moscow Team Pro
Posts: 682
Joined: Thu Jun 23, 2011 5:39 pm
Contact:

Re: LuqPost: #9 Mosca ha vinto la Roubaix

Post by Moscow Team Pro » Sun Jun 03, 2018 4:46 pm

Aggiungo:

CORONCINA HA VINTO IL GIRO

con programmazione e costanza, con un team costruito bene per l'obiettivo, in cui l'allenamento ha nfluito poco, perché certi giovani con certe skillin partenza più o meno si sviluppano in modo prevedibile e con un team in grado di supportare i/il capitani/o i risultati si fanno.
E i risultati sono le vittorie in cat. 4/5/6 .

Complimenti, finalmente appena uscito dalla dinamica 2/3 team contro tutti ed entrato nella filosofia del gioco (far crescere il proprio team con obiettivi) hai vinto qualcosa d'importante in modo credibile.

Bravo.

MOSCA

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest